Sermons

Summary: I consigli di Dio, le Sue verità, devono essere rivelati. È pericoloso per ogni uomo nascondere la Parola di Dio, a suo parere o nella sua pratica. Dite la verità l'un l'altro nell'amore

NASCONDERE LA PAROLA DI DIO

"Perché non ho nascosto la parola di dio." (Giobbe 6:10b)

"Siate dunque attenti a voi stessi, e a tutto il gregge, sul quale lo Spirito Santo vi ha resi supervisori, per nutrire la chiesa di Dio, che egli ha acquistato con il proprio sangue".11 (Atti 20:28)

È molto bene mantenere apertamente e coraggiosamente una professione di attaccamento alla causa di Dio; Egli ci rivelerà la conoscenza della Sua verità, ma se ci rifiutiamo di riconoscere la verità nella nostra vita e di informare anche gli altri, la nostra lealtà a Dio deve essere messa in discussione. Nascondere le parole divine della verità sarebbe un grande peccato contro l'Altissimo Dio.

COME NASCONDIAMO LA PAROLA DI DIO?

1. POSSIAMO NASCONDERE QUESTE PAROLE A NOI STESSI

Lo facciamo quando non permetteremo a questa parola di cercare il nostro cuore e i nostri modi- quando nascondiamo il Vangelo, e andiamo a scoprire un modo nostro per l'auto-salvezza. Dovremmo nascondere il Vangelo nel nostro cuore (Salmo 119:11), ma non dal nostro cuore.

Lo nascondiamo quando non riceviamo tutta la rivelazione, ma ne scegliamo e scegliamo parti; accettando metà della verità e rifiutando il resto. Alcuni professori hanno testi preferiti e porzioni di scelta della Scrittura, e considerano altre parti della parola con avversione, evitandoli il più possibile, perché non sono d'accordo con il loro sistema di divinità e hanno bisogno di molta quadratura prima che si adattino alle loro conclusioni scontate. Non leggono tali passi, né li leggono con noncurante e imputeranno un altro significato rispetto a quello vero alle parole di Dio. È scritto che "Tutta la Scrittura è respirata da Dio e redditizia per l'insegnamento, per la rimprovero, per la correzione e per l'addestramento alla giustizia" (2 Timoteo 3:16)

La legge di Dio parla con voce ricercata e minacciosa: ci parla del nostro peccato, ci avvisa della punizione, e pone il nostro pericolo presente e futuro davanti agli occhi della nostra mente: ma ci sono migliaia di persone che non danno mai alla legge l'opportunità di essere ascoltate nei loro cuori: fanno orecchie da mercante a tutto ciò che è loro spiacevole; a loro non piace affrontare la verità onesta.

Non evitate la parola del comando di Dio né scegliete quelle convenienti. Alcuni cristiani si oppongono all'insegnamento di Cristo dove dice: "Ma io vi dico, non resistete a una persona malvagia. Se qualcuno ti schiaffeggia sulla guancia destra, gira a loro anche l'altra guancia. " (Matteo 5:39). Questo precetto viene denunciato come impraticabile e si afferma che non può essere realizzato. "Fare agli altri come li farete fare a voi" (Matteo 7:12) è considerato un precetto d'oro per gli altri per esercitarsi verso i nostri cari sé, ma per niente una massima pratica da noi al grande pubblico. Quando le persone parlano dei precetti di nostro Signore come buoni ma impraticabili, lo rendono un sempliciotto amabile. È questa la loro riverenza per la saggezza incarnata?

È scritto: "Chi conosceva la volontà del suo Maestro, e non l'ha fatto, sarà picchiato a molte strisce" (Luca 12:47); e, notate che chi non sapeva la volontà del suo Maestro, ma avrebbe potuto conoscerla e deliberatamente rifiutarsi di conoscerla, prenderà il suo posto con coloro che portano la punizione più pesante. Cercate di sapere cosa Dio vi farebbe fare, e pregate affinché con il suo Spirito Santo, quando lo conoscete, porvi una pratica rapida e allegra, e questo sarà un conforto per voi.

Non mettere fuori l'unica luce che può condurti alla vita eterna. Non chiudete gli occhi alla lampada divina; non nascondete a voi stessi quelle dottrine umilianti ma ancora salva-anime, che rendono la pace eterna per le vostre anime. È una cosa folle nascondere le parole del Dio Onnipotente dalla nostra coscienza, e quindi lusingare la nostra anima nella distruzione.

2. POSSIAMO NASCONDERE LE PAROLE DI DIO NON CONFESSANDO AFFATTO LA VERITÀ

Riveliamo la nostra vera identità, professiamo la vostra fede cristiana nei fatti e nelle parole. Un cristiano può essere conosciuto con i suoi frutti (Matteo 7:16). "Chiunque dunque mi confesserà davanti agli uomini, lo confesserò anche davanti a mio Padre che è nei cieli. Ma chiunque mi negherà davanti agli uomini, negherò anche davanti a mio Padre che è nei cieli". (Matteo 10:32-33)

Non correre rischi su questo punto. Se ami il Signore, di' di sì; se vi aspettate che vi riconosca, riconoscetelo.

3. IL NOSTRO SILENZIO PUÒ NASCONDERE LA PAROLA DI DIO

Nascondiamo queste parole con un silenzio peccaminoso dopo la confessione della verità. È bene conoscere la parola e la verità di Dio, ma non disegnare un velo su di loro non rivelandoli. L'apostolo Paolo si assolse nella chiesa di Efeso, e disse che "Perché non ho evitato di dichiararvi tutti i consigli di Dio" (Atti 20:27) "e non ho trattenuto nulla di redditizio per voi, ma vi ho mostrato, e vi hanno insegnato pubblicamente, e di casa in casa" (Atti 20,20).

Copy Sermon to Clipboard with PRO Download Sermon with PRO
Talk about it...

Nobody has commented yet. Be the first!

Join the discussion
using System; using System.Web; using System.IO; ;